Chi Siamo

Casa di Riposo della Misericordia a Gaiole in Chianti - Siena

 

La Casa di Riposo della Misericordia trae la sua origine dalla scissione e trasformazione dell’Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza denominata “Confraternita di Misericordia di Gaiole in Chianti”, effettuata in applicazione della Legge Regionale Toscana n. 43/2004, in:

  1. Persona giuridica di diritto privato per l’attività di volontariato con il nome di “Confraternita di Misericordia di Gaiole in Chianti ONLUS”
  2. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona per la gestione della casa di riposo con il nome di “Casa di Riposo della Misericordia”

In particolare la “Casa di Riposo della Misericordia” divenuta Azienda Pubblica di Servizi alla persona prosegue l’opera e le attività di gestione della casa di riposo.
La Casa di Riposo della Misericordia opera nel campo dell’assistenza socio-sanitaria, educativa e riabilitativa nei confronti di anziani e disabili in convenzione con l’Azienda USL 7 di Siena.


La struttura ospita  33 anziani di cui 20 non autosufficienti e 13 autosufficienti

 

giardino

 

La nostra storia

 

La Confraternita di Misericordia di Gaiole in Chianti fu istituita nell’anno 1901, quando il compianto Comm. Giovanni Ricasoli Firidolfi donò alla popolazione di Gaiole un carro lettiga, giuridicamente riconosciuta come I.P.A.B. con R.D. del 25 luglio 1910.


Il I^ ottobre 1968 la Confraternita di Misericordia con il contributo della popolazione di Gaiole inaugurò una piccola casa di riposo che gestiva con l’aiuto delle Suore Missionarie dei SS. Cuori di Gesù e Maria.


Nel corso degli anni successivi la struttura è stata ampliata ristrutturata e dotata di arredi più confortevoli e moderne attrezzature.


Il 1 gennaio 2006 avveniva la scissione e trasformazione in Azienda Pubblica di Servizi alla Persona per la gestione della casa di riposo con il nome di “Casa di Riposo della Misericordia” e con decreto del Presidente della Giunta Regionale Toscana  n. 51 del 14 marzo 2006, veniva approvata la trasformazione ed il nuovo statuto.

 

giardino

 

Go to top